Vai al contenuto
Home » NEWS » Avviso di Gmail: da dicembre cancellati gli account inattivi.

Avviso di Gmail: da dicembre cancellati gli account inattivi.

Cosa fare per non dire addio alla propria posta e alle foto

Compresi nella «pulizia» anche gli archivi di immagini, gli appuntamenti di Google Calendar e gli archivi di Google Docs. Le tecniche per salvare i dati

Intelligenza artificiale: il corso (gratuito) di Google

A tutti, persino a Google, serve pulizia. E allora anche quello che sembra spazio inesauribile talvolta ha bisogno di un repulisti. Da dicembre, gli account  Google inattivi da almeno due anni (solo quelli personali, non di aziende o istituzioni) inizieranno a essere cancellati. Nella operazione saranno comprese anche le librerie di Google Foto, gli appuntamenti di Google Calendar e gli archivi di Google Docs.

La sicurezza

Stando all’azienda, il problema è di sicurezza e non di spazio. Ruth Kricheli, vicepresidente del Product Management di Google, ha dichiarato che l’eliminazione degli account serve a ridurre le vulnerabilità nei confronti di malintenzionati. Secondo quanto spiegato da Kricheli sul blog dell’azienda, gli account dimenticati o non presidiati spesso utilizzano password vecchie o riutilizzate che potrebbero essere state compromesse, non hanno impostato l’autenticazione a due fattori e ricevono meno controlli di sicurezza da parte degli utenti. E i rischi non sono indifferenti: gli account compromessi possono essere utilizzati per qualsiasi scopo, dal furto d’identità ai contenuti dannosi.

La soluzione per «salvarsi»

La manager spiega anche quale sia il metodo per mantenere attivo un account Google: effettuare l’accesso almeno una volta ogni 2 anni. «Se avete effettuato l’accesso al vostro account Google o a uno qualsiasi dei nostri servizi di recente, il vostro account è considerato attivo e non verrà eliminato», ha detto Kricheli. E questo vale sia per la mail che per le foto che per i calendari.

Come si tiene vivo un account?

Ed ecco le azioni considerate «valide» per tener vivo un account:
– Leggere o inviare un’email
– Utilizzare Google Drive
– Guardare un video su YouTube
-Scaricare un’applicazione sul Google Play Store
– Utilizzare la ricerca di Google
-Utilizzare Accedi con Google per accedere a un’app o a un servizio di terze parti.

Fonte: Corriere della Sera

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *