Vai al contenuto
Home » NEWS » I Canali WhatsApp arrivano anche in Italia

I Canali WhatsApp arrivano anche in Italia

Presentati a giugno, il colosso di Mark Zuckerberg estende il servizio in 150 Paesi.

Ma cosa sono i canali? Un modo per seguire, in privato, ciò che interessa all’interno della multipiattaforma di messaggistica istantanea. Però, non tutti li trovano!

Superata la fase di test, i canali WhatsApp sono ora attivi in oltre 150 Paesi. Si tratta di una sorta di newsletter che gli utenti possono seguire per ricevere aggiornamenti importanti da persone e organizzazioni direttamente sulla multipiattaforma. Da precisare: con la massima riservatezza, ovvero nessuno avrà modo di conoscere chi segue cosa. Dunque una nuova funzionalità che va ad aggiungersi alle chat con gli amici, i familiari e la community. L’utente avrà modo di seguire le attività di una squadra di calcio, il fisco, organizzazioni, personaggi di primo piano. Lanciati a giugno in poche “Nazioni test”, ora Meta estende il servizio in oltre 150 Paesi. L’annuncio arriva dalla società e anche da un post di Mark Zuckerberg

La nuova funzionalità è disponibile anche in Italia, anche se da un primo e sommario controllo soltanto alcuni utenti visualizzano i canali.

A livello internazionale sono già attivi dei canali quali “David Guetta”, “Billboard” e “MLB” mentre tra le realtà italiane ci sono al momento, tra gli altri, l’Agenzia delle Entrate, l’Airc, la Croce Rossa Italiana, Emergency, Roma Capitale, Save the Children. Dove si trovano i canali WhatsApp? Basta aprire l’App per poi scegliere sulla tab la voce “Aggiornamenti”. Ci si potrà iscrivere a un canale già presente oppure mettersi in lista di attesa. Oltre ai canali già filtrati, in base al proprio Paese, è possibile visualizzarne di nuovi come i più attivi e popolari in base al numero di follower. Gli utenti potranno interagire all’interno dei canali, con le emoji, pur restando anonimi nonostante il feedback.

I canali WhatsApp

“Stiamo accogliendo migliaia di organizzazioni, squadre sportive, artisti e leader di pensiero che le persone possano seguire proprio all’interno di WhatsApp – dice la piattaforma – il nostro obiettivo è creare il servizio di trasmissione più privato disponibile. I canali sono separati dalle chat e non è possibile vedere l’identità dei loro follower. Inoltre, ci assicuriamo di proteggere le informazioni personali sia degli amministratori che dei follower”. Oltre a espandere i canali a livello globale, WhatsApp rende noto che sta introducendo anche una directory migliorata, le reazioni, modifiche agli aggiornamenti, modalità di inoltro. “Continueremo ad aggiungere altre funzioni ed espandere i canali in base ai feedback che riceviamo dagli utenti. Nei prossimi mesi estenderemo la possibilità di creare un canale a chiunque voglia averlo”, fa sapere Meta.

Fonte: RaiNews

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *