Vai al contenuto
Home » NEWS » I messaggi vocali su WhatsApp verranno trascritti automaticamente

I messaggi vocali su WhatsApp verranno trascritti automaticamente

Una vera gioia per chi non sopporta gli audio, oltre che essere una funzione utile quando non si ha la possibilità di ascoltare un vocale.

C’è una funzione attualmente in fase di test beta ristretto che sta già riscontrando un grande successo, ovvero la capacità di trascrivere in testo i messaggi vocali di WhatsApp.

Questa capacità, già realtà in alcuni rivali dell’app, potrebbe venire incontro a una serie di esigenze che vanno da chi non sopporta i messaggi vocali a chi non ha la possibilità di ascoltarli, perché per esempio si trova in una riunione di lavoro. Ecco come funzionerà questa nuova possibile opzione.

La funzione di trascrizione testuale dei messaggi vocali su WhatsApp è attualmente in fase di test in alcune versioni beta dell’app – la 23.3.0.73 per iOS per la precisione – e la segnalazione arriva naturalmente dal portale numero uno del settore, Wabetainfo.

Osservando gli screenshot si può scoprire che il sistema funzionerà solo sul dispositivo per garantire la giusta privacy alle informazioni. Inoltre, sarà disponibile solo con una lingua per volta, quindi per esempio non sarà possibile passare da italiano a inglese se non con un solo termine, e inserito nel dizionario. Ci sono alcune imperfezioni dovute alla versione preliminare dell’opzione, per il momento può funzionare un singhiozzo nel caso in cui la qualità dell’audio non sia così apprezzabile.

A chi potrebbe fare comodo? I casi sono generalmente due: quando non si può o quando non si vuole ascoltare un vocale. Il primo caso abbraccia tutti quei momenti in cui non si può portare il telefono all’orecchio né si può accendere l’altoparlante, per esempio durante riunioni di lavoro o eventi formali. Il secondo  viene finalmente incontro a chi non riesce a digerire i vocali perchè molto lunghi e preferisce leggere una trascrizione con più calma e senza stress.

Questa tecnologia è già disponibile da tempo nella versione Premium di Telegram e in quella gratuita di WeChat, non ancora chiaro se sarà poi diffusa a livello pubblico su WhatsApp, ma è più che probabile visto che sembra già molto apprezzata.

Chissà se Meta ascolterà le richieste di utenti che chiedono anche un’opzione nativa per disabilitare i messaggi vocali in ricezione, impedendo agli appassionati di prendere in ostaggio le chat con audio da minuti e minuti.

Fonte: Wired 

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *