Vai al contenuto
Home » NEWS » Instagram: abbonamenti a pagamento anche in Italia

Instagram: abbonamenti a pagamento anche in Italia

Dopo una lunga fase di test avviata all’inizio dello scorso anno, gli abbonamenti per i creator di Instagram stanno per fare il loro debutto ufficiale anche in Italia. A renderlo noto è un comunicato giunto in redazione in cui la società afferma Lavoriamo costantemente per offrire ai creator nuovi strumenti che permettano loro di monetizzare su Instagram.

In Italia gli abbonamenti per i creator di Instagram

L’esordio non è immediato, ma previsto entro le prossime settimane. Il nostro è uno dei paesi coinvolti dal rollout insieme ad Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Giappone, Messico, Spagna e Regno Unito. Il funzionamento è presto spiegato: gli account idonei potranno iniziare a guadagnare dal supporto dei loro follower.

Gli abbonamenti per i creator su Instagram

La fase di test andata in scena negli stati Uniti ha dunque permesso al team di Meta impegnato sul progetto di raccogliere i feedback necessari al perfezionamento di questa novità, fino a giungere al suo lancio internazionale.

Ai creator è concessa la libertà di impostare un prezzo mensile a oloro scelta. Per la sottoscrizione, i follower dovranno interagire con il pulsante Abbonati. La spesa affrontata darà diritto ai seguenti vantaggi.

  • Visione esclusiva di post, storie, reel e live riservati;
  • accesso alle storie in evidenza per gli abbonati;
  • canali broadcast e chat social esclusivi;
  • possibilità di mostrare un badge per gli abbonati accanto ai commenti e ai messaggi.

Il lancio della funzionalità a livello internazionale sarà seguito dall’arrivo di altri strumenti dedicati ai creatori di contenuti.
Continueremo a sviluppare strumenti che aiutino i creator a monetizzare e nei prossimi mesi condivideremo nuovi aggiornamenti. Questo il post condiviso nel canale broadcast di Mark Zuckerberg, CEO di Meta.

Oggi, stiamo espandendo gli abbonamenti a più paesi e le distribuiremo globalmente nei prossimi mesi. Non vediamo l’ora di offrire ai creatori l’opportunità di guadagnare attraverso un’entrata ricorrente basata sul supporto dei loro fan.

Fonte: Punto Informatico

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *