Vai al contenuto
Home » NEWS » LinkedIn compie 20 anni: la storia di un improbabile campione

LinkedIn compie 20 anni: la storia di un improbabile campione

Social, per lavoro? Il mondo era scettico. Ma 20 anni e pochi istanti sbalorditi dopo, LinkedIn è diventato sinonimo di networking.

Quando LinkedIn è stato lanciato, il 5 maggio 2003, non era scontato che avrebbe prosperato. Nato durante la stasi dopo il fallimento delle dotcom originali, è arrivato contemporaneamente a una raffica di altri parvenu di social network, la maggior parte dei quali è rapidamente svanita. La sua enfasi sulla vita professionale dei membri piuttosto che sulle attività personali è stata vista da alcuni come un errore strategico. Anche l’idea di pubblicare il curriculum in pubblico era stranamente poco familiare e probabilmente veniva presa come un atto di slealtà.

Invece di cadere vittima di ipotesi preesistenti, LinkedIn le ha cambiate. Alla fine, non avere un profilo LinkedIn è stato percepito come una strana mossa di carriera. Poiché la pandemia e le sue conseguenze hanno rimodellato il lavoro, il servizio ha sia riflesso quel nuovo mondo sia attrezzato lavoratori e datori di lavoro per avere successo in esso. La sua enfasi sulla professionalità offre anche un porto sicuro da piattaforme sociali più tossiche e polarizzanti.

LinkedIn non è sfuggito all’attuale crisi tecnologica – a febbraio ha annunciato licenziamenti – ma è un raro esempio di un’azienda che vede il suo più grande successo dopo essere stata acquistata. 

Quando le sue azioni sono crollate di oltre il 40% nel 2016, Microsoft è entrata in picchiata e l’ha acquistata per $ 26,2 miliardi, ma poi ha lasciato che continuasse a tracciare il proprio destino. Oggi sulla piattaforma vengono presentate più di 4.500 domande di lavoro e vengono effettuate 8 assunzioni ogni minuto. Le sue entrate hanno superato i 14 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi, quasi quadruplicando la cifra al momento dell’acquisizione.

La lezione? “La tartaruga meno eccitante a volte vince la gara”, afferma Reid Hoffman, cofondatore dell’azienda, luce guida originale e primo CEO, successivamente diventato una delle persone più influenti nella Silicon Valley. 

“Abbiamo continuato ad andare avanti.”

Fonte: FAST COMPANY

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *