Vai al contenuto
Home » NEWS » META annuncia i profili multipli su Facebook

META annuncia i profili multipli su Facebook

Meta ha annunciato la possibilità di creare fino a quattro profili personali su Facebook. Gli utenti possono quindi avere feed separati per famiglia e amici o per relazioni private e professionali. Il passaggio dall’uno all’altro avviene senza logout. Il funzionamento è quindi simile ai profili offerti dai servizi di streaming.

Fino a quattro profili su Facebook

Secondo Meta è più semplice gestire le interazioni su Facebook mantenendo separate le relazioni professionali da quelle personali oppure avere un profilo collegato ad una community e un altro solo per gli amici. I profili multipli permettono quindi di scegliere più facilmente quali contenuti vedere e con chi condividerli.

La funzionalità è quindi simile gli account separati (basati sugli interessi) di Instagram. L’opzione di creare profili personali multipli su Facebook è disponibile a partire da oggi e gradualmente sarà accessibile a tutti nel corso dei prossimi mesi.

È sufficiente cliccare sul profilo attuale e quindi su “Crea un altro profilo“. Deve essere scelto il nome (può essere cambiato in seguito) che verrà visualizzato nei post e nei commenti. Verranno successivamente suggeriti gli amici e i gruppi. Per passare da un profilo all’altro, senza uscire da Facebook, è necessario cliccare sull’immagine del profilo desiderato.

Messenger non supporta i profili multipli e alcune funzionalità, tra cui Marketplace e pagamenti, non sono accessibili dai profili aggiuntivi. Quando l’utente crea un nuovo profilo verranno scelte le impostazioni predefinite per privacy e notifiche, pertanto è necessario cambiarle per ogni profilo.

Meta sottolinea che l’utente deve scegliere il nome reale per il profilo principale, ma può scegliere qualsiasi nome per quelli aggiuntivi. Teoricamente sarebbe possibile creare profili fake. L’azienda di Menlo Park verificherà il rispetto della policy che vieta le impersonificazioni e la rappresentazione fuorviante dell’identità.

Fonte: Punto Informatico

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *